Il deserto pulisce e affina l’anima come una lima. Ti dà la nozione di immensità, del tempo e dell’eternità.

maroccoviaggitourescursionimarocco-viaggimaroccotourescrsionigitemarocco-maroccotrips

Geografia
Il Marocco si trova a nordest dell’ Africa. Confina a nord con lo stretto di Gibilterra e il mar mediterráneo, a sud con la Mauritania, a est con l’ Algeria. La costa marocchina si estende su 3500 km. La sua superfice e’ di 710. 850 km2.

Metereologia
Il clima predominante e’ quello mediterráneo. Mite a ovest e al nord per l’ influenza dell’ oceano atlantico. Nell’ interno del paese il clima e’ piu’ continentale con importanti variazioni di temperatura. La zona dell’ Atlas e’ umida, dove a volte ci si puo’ trovare anche la neve. Il sud ha il tipico clima desertico.

VIAGGIARE CON BAMBINI

Fare un viaggio a Marocco con i vostri figli, vuol dire regalargli un’ esperienza che non dimenticheranno mai .Gli piaceranno gli spazi aperti e la liberta’ che offrono questi posti, dove si mantiene ancora il contatto con la natura. Potranno giocare nella sabbia del deserto, intercambiare esperienze e giochi con i bambini nativi del deserto. La sicurezza, la distanzia, il confort, il mangiare e il divertimento saranno le nostre priorita’ nel vostro viaggio a Marocco.

INFORMAZIONI

maroccoviaggitourescursionimarocco-viaggimaroccotourescrsionigitemarocco-maroccotrips

Un’eredità dai mille volti
La tolleranza religiosa, l’eredità andalusa e la prosperità di diverse dinastie sono all'origine dei tesori che oggi rappresentano la ricchezza culturale, artistica e architettonica del Paese. Dal XVI secolo, gli imperi di ceppo arabo, saadiani e poi alauiti, hanno garantito l’unità e l’indipendenza del Marocco. Oggi il Marocco è governato da Sua Maestà Re Mohammed VI, salito al trono il 30 luglio 1999; è il 23° sovrano della dinastia alauita, il cui regno è iniziato a metà del XVII secolo. La monarchia assicura l’unità del Paese e il regno di Mohammed VI è caratterizzato dalla volontà di costruire uno stato democratico, solidale e moderno, rispettoso delle tradizioni e della propria identità.

Lingua
A parte l’ arabo classico, che si usa sopratutto nei mezzi di comunicazione , nelle amministrazioni, etc.., nelle zone del Rif, dell’ Atlas e del Souss si parla il Tamazight (berbero) e varia secondo le regioni. La maggior parte dei marocchini parla francese e spagnolo, molti parlano anche inglese e italiano.

Religione
L’Islame’ la religione ufficiale del Marocco, pero’ coesiste con altre religioni ( la pratica di altre religioni e’ garantita dalla costituzione). Il giorno si divide in cinque chiamate alla preghiera. Il muezzín anuncia le chiamate dal suo alminar. Durante il mese di Ramadan i marocchini fanno digiuno dalla’ alba al tramonto. Evidentemente la routine giornaliera s’ interrompe e si modifica. La gran parte dei servizi pubblici, monumenti, musei e negozi modificano gli orari nel periodo del Ramadan. Cio’ nonostante i “no musulmani” possono trovare facilmente ristoranti dove bere e mangiare, in particolare negli hotel.


Se cio' che cerchi e' fare un viaggio differente ai viaggi turistici organizzati in gruppi troppo grandi, 

che ti portano a vedere sempre le stesse cose, 

e vuoi fare un'esperienza che ti porti a contatto con il vero Marocco e la sua cultura,


allora questo e' il sito che fa per te​​


Organizzeremo per te un Tour su misura, con i posti che vorrai visitare , mettendo a tua disposizioni tutti i servizi e/o attivita' che vorrai includere nel tuo viaggio.




Enjoy the Experience

INFORMATI MEGLIO, PRENOTA MEGLIO, VIAGGIA MEGLIO

Una vacanza con noi e' una esperienza indimenticabile

UN PO' DI STORIA SUL MAROCCO


Tolleranza e apertura
In Marocco si sono alternate molte civilta' che hanno influenzato la sua identità. Questo spiega la tolleranza e la mentalità aperta dei marocchini. 

Origini berbere
In Marocco la presenza dell’uomo è attestata da almeno 300.000 anni. Abitato inizialmente dai Berberi, il Paese si apre all’influenza dei Fenici e dei Cartaginesi. In seguito, fino al V secolo d.C., è sottomesso al dominio dei Romani, che lasceranno delle tracce, come il sito di Volubilis, A partire dal 647 inizia la conquista araba e l’islamizzazione.

maroccoviaggitourescursionimarocco-viaggimaroccotourescrsionigitemarocco-maroccotrips

Abitudini
Rispettare le abitudini locali e’ segno di rispetto verso il paese d’ accoglienza.
Per evitare situazioni incomode e malintesi, e’ meglio adattarsi alle usanze del paese. Qui alcune regole di base:
. In Marocco l’accesso alla Moschea e ai luoghi sacri e’ vietato ai “no mussulmani”.
. Cerca di evitare indumenti provocanti.
. Accettare il te alla menta, e’ un gesto di ospitalita’.
. Se sei invitato a un pranzo di famiglia, devi lavarti simbolicamente le mani.
. Il pranzo incomincera’ dopo che il padrone di casa avra’ pronunciato il "bismillah", elogio a Dio. Mangia con la mano destra, prova tutto. Non sei obbligato a finire tutto cio’ che c’e’ nel piatto, normalmente e’ impossibile!
. Per fotografare una persona bisogna chiederle il permesso.

​​​MaroccoTrips

Mangiare e bere
La cucina marocchina e’ molto raffinata : verdura, frutta, spezie rare e aromatiche, deliziosa carne saporita....
Qui i principali piatti marocchini da provare:
. Spiedini: all’ entrata del bazar (souk) troverai numerosi posti dove si cucinano gli spiedini: una delizia economica e rapida.
. Cous cous e’ il pranzo tradizionale e famigliare del venerdi’, pero’ lo si puo’ trovare ogni giorno in qualsiasi ristorante. Durante il viaggio potrai provare mille variazioni di alcuzcuz, perche’ varia secondo le regioni e la creativita’ del cuoco. Cosuetudine in Marocco e’ mangiarlo con le mani.
. Pastilla:una pasta sfoglia ripiena di pesce o carne o formaggio. E’ un piatto agrodolce.
. Piatto del Ramadán: al tramonto si finisce il digiuno con una ricca zuppa harira ( a base di carne, lenticchie e ceci), con un beghrir (piccoli dolci di burro e miele), e con i shebbakias ( dolci fritti e ricoperti di miele). Questa “leggera” merenda permette aspettare fino alla vera cena, che ha luogo un po’ piu’ tardi.
. Tagine : questa parola si riferisce sia al recipiente ( piatto di terracotta con un coperchio a forma di cono) sia al contenuto ( stufato di carne, pollo o verdura cucinato molto lentamente). E’ il piatto nazionale del Marocco.
. Té alla menta: freddo, caldo, si beve alla mattina, alla sera, in qualsiasi momento. Un piacere che non si puo’ negare.
. I dolci: dolci al miele, feqqas di mandorle, ghoriba di mandorle o con sesamo....irresistibili!